Chargement en cours...

LA NOSTRA STORIA E I NOSTRI UOMINI

Da SEGUIN MOREAU, i laboratori lavorano di concerto con i poli R&S e qualità. E’ alla base di questa collaborazione permanente che i risultati della Ricerca si trasformano in nuovi prodotti, nel corso di processi che garantiscono il rispetto dei standard di qualità, di tutela dell’ambiente e di sicurezza alimentare.

Ricerca & Sviluppo

Andrei PRIDA
Responsabile Ricerca & Sviluppo

Chimico fisico di formazione e moldavo di origine, il percorso di Andrei è strettamente legato al legno e al vino.

Dopo un’esperienza presso un laboratorio di analisi chimiche in enologia, prosegue gli studi presso l'INRA (Istituto Nazionale di Ricerca Agronomica) di Montpellier e pubblica una tesi su "La caratterizzazione chimica del legno rovere e il suo ruolo nell’affinamento dei vini e delle bevande alcoliche". Insegna poi nell’ambiente universitario e lavora sul campo come consulente enologo specializzato nell’affinamento dei vini. Prima di entrare a fare parte della SEGUIN MOREAU nel 2006, consegue un post dottorato presso l'Università di Miami (Oxford, Ohio), sui polifenoli.

Da SEGUIN MOREAU, in qualità di Responsabile R&S, due assi portanti sono al centro della sua missione:

  • Il coordinamento dei vari programmi di ricerca fondamentale condotti in collaborazione con:

- l’istituto delle Scienze del Vino e della Vite (ISVV, Bordeaux),
- l’istituto Universitario della Vite e del Vino (IUVV, Digione) e
- l’Università di Adelaïde (Australia)

L'applicazione concreta dei risultati ottenuti tramite questi programmi di ricerca.

           

In collaborazione con un campione di clienti partner distribuiti su tutto il pianeta, Andrei istituisce dei test di affinamento, realizza delle degustazioni e poi raccoglie e analizza i risultati.

L’obbiettivo di SEGUIN MOREAU: fare in modo che i progressi teorici della Ricerca si traducano domani in una sempre maggiore affidabilità e precisione nell’affinamento dei vini e alcolici per soddisfare, ogni giorno di più, le aspettative dei vinificatori.

Valérie LAVIGNE-CRUEGE
Ricercatrice, distaccata presso la Facoltà di Enologia di Bordeaux

Dottore in Enologia dell’Università di Bordeaux II, dal 1990 Valérie è Ricercatrice per la tonnellerie SEGUIN MOREAU.

Nel 1996 discute la sua tesi intitolata: “I composti solforati volatili formati dal lievito durante la vinificazione e l'affinamento dei vini bianchi secchi”. Ha ricevuto il Grand Prix dell'Académie Amorim* nel 1997. Distaccata presso la Facoltà di Enologia di Bordeaux, lavora nel laboratorio di Enologia Generale guidato dal Professor Denis Dubourdieu, in varie aree di ricerca:

  • gli aromi dei vitigni,
  • il controllo dei fenomeni di riduzione durante la vinificazione e l'affinamento dei vini bianchi secchi,
  • l’invecchiamento prematuro dell’aroma dei vini bianchi e poi dei vini rossi.
   

I suoi lavori più recenti hanno portato alla caratterizzazione chimica dei composti volatili responsabili di questo tipo di difetto e successivamente alla definizione delle condizioni di affinamento atte ad evitare o ritardare la sua comparsa nei vini.

Valérie pubblica regolarmente articoli nelle riviste scientifiche internazionali e partecipa a numerose conferenze.

Alexandre PONS
Ricercatore, distaccato presso la Facoltà di Enologia di Bordeaux

Fisico ed enologo, nel 2006 Alexandre diventa Dottore in Enologia dell’Università di Bordeaux II.

Collaborando con Valérie Lavigne, lavora attualmente in varie aree di ricerca:

  • le problematiche legate alla comprensione dei meccanismi fisico-chimici associati allo sviluppo aromatico prematuro dei vini, materia che diventerà il soggetto della sua tesi di Dottorato discussa nel 2006 sotto il controllo di Valérie Lavigne.
  • l'identificazione dei composti volatili responsabili della qualità e dei difetti del rovere,
  • lo sviluppo di nuovi metodi di dosaggio dei composti volatili presenti sotto forma di tracce nel rovere e nel vino.
   

Nel 2007, i suoi lavori sull'invecchiamento prematuro dei vini bianchi furono premiati con il Grand Prix dell'Académie Amorim*.

Alexandre lavora attualmente su nuovi marcatori olfattivi del legno rovere che permettono a SEGUIN MOREAU di affinare la selezione dei propri merrain. Il filo conduttore di queste diverse aree di ricerca è la scoperta di nuove molecole odorose, al fine di un miglioramento continuo della qualità dei vini bianchi e rossi affinati in botti.

*  Quest’Accademia premia i giovani ricercatori che, con il proprio lavoro, contribuiscono a migliorare la conoscenza e la qualità del vino.

Qualità & Ambiente

Béatrice GERARD
Responsabile Qualità & Ambiente

Ingegnere agronomo specializzata in Biotecnologie e Sicurezza Alimentare, Beatrice lavora nell’industria agroalimentare prima di entrare nella realtà dei vini e bevande alcoliche.
Da SEGUIN MOREAU, Beatrice ha contribuito all'affidabilità dei processi di produzione, con l'attuazione dei controlli qualità e di un sistema di tracciabilità efficace sui tre siti produttivi (Francia e USA). Ha anche gestito il conseguimento di diverse certificazioni: PEFC (2005) per l’insieme del rovere acquistato da SEGUIN MOREAU, ISO 22000 (2007) per le attività di produzione delle botti e dei grandi contenitori, e il Bilan Carbone ® (bilancio del carbonio) (2009) delle attività della tonnellerie al fine di migliorare la gestione energetica.

Da SEGUIN MOREAU, in qualità di Responsabile Qualità & Ambiente, due assi portanti sono al centro della sua missione:

  • Il miglioramento constante dei processi e della qualità del servizio.
  • L’attuazione di una politica di sviluppo sostenibile: controllo ambientale ed energetico.    
           

Beatrice presta ascolto alle nuove aspettative dei nostri clienti in tutto il mondo, anticipa le evoluzioni normative e fa evolvere i prodotti e i processi al fine di proporre ai produttori di vino dei prodotti sani, sicuri, di qualità ripetibile, che rispondono alle loro aspettative.